La Scuola Secondaria partecipa alla celebrazione della "giornata mondiale senza tabacco" promuovendo l'adesione al Concorso giornata mondiale senza fumo 2013 proposto dall'ULSS 10 Veneto Orientale.

La scadenza per l'invio dei materiali prodotti è fissata al 10 maggio 2013.

In allegato il bando e il regolamento del concorso.

Ieri, 30 maggio, alle ore 9:30 presso il Teatro Toniolo di Mestre si è svolta la giornata conclusiva del progetto “Lettura pensata”.

Alla cerimonia hanno partecipato alunni di diversi Istituti della provincia di Venezia, i quali si sono esibiti attraverso forme artistiche di vario genere, spaziando dal teatro al musical, dal canto al suono di strumenti a fiato, rendendo la giornata coinvolgente e significativa….

La presenza di Alberto Riello, referente per le attività teatrali USR Veneto, ha reso ancora più magico il momento, perché è riuscito a coinvolgere tutti  raccontando con enfasi i passaggi più significativi dell’ Odissea e delle avventure di Ulisse durante il suo ritorno ad Itaca.

La classe IV del plesso Verga, insieme alla maestra Gianna e alla maestra Rosa, vi hanno preso parte con molto entusiasmo, tornando a casa con grandi soddisfazioni (e soprattutto con tanti bei libri da leggere), dopo l’assegnazione del secondo premio che ha visto Beatrice vincitrice del concorso!

Che bella emozione!!!!!!

Brava Beatrice, bravi bambini!!!!

                                                                                                           Rosa Calluso

Sta per concludersi l'anno scolastico e i bambini di quinta affidano alle parole il compito di spiegare i pensieri e i sentimenti che provano in questo passaggio importante della loro vita! Eccone alcuni..
Me ne vado dalla mia scuola pensando a tutti i bei ricordi che ho vissuto. Non m'importa dei momenti tristi perchè sono passati in fretta. I momenti felici sono quelli che ho più a cuore. Ripenso alle lezioni, ai giochi con i compagni di classe, alle gite scolastiche e alle esperienze didattiche. Durante questi cinque anni mi sono fatta tanti amici anche fra persone che non conoscevo. Voglio molto bene alle mie insegnanti e spero di poterle frequentare anche al termine della scuola. Anche gli ausiliari hanno fatto molto per noi bambini. Il bidello che ci ha seguito dalla prima classe alla quinta è stato Paolo che è sempre stato tollerante con le nostre "bravate". Ai bambini che arriveranno nei prossimi anni auguro di passare momenti felici come quelli che ho vissuto io.     
 
                                                                                                                            Andrea Sole 5^A
 
 
 
Ciao, sono Alessandro, anche se sono arrivato in questa scuola da poco più di un anno, ho conosciuto tanti compagni e nuove maestre che mi vogliono bene. Il momento più bello che ho vissuto è stato quando abbiamo fatto la festa per concludere il corso di hip-hop, mi sono divertito tanto, soprattutto perchè ci sono bravi compagni e maestre simpatiche. In questo anno trascorso abbiamo fatto molti lavori e partecipato ad alcuni concorsi. Io voglio bene alle mie maestre perchè sono simpatiche e brave. Anche i miei compagni sono simpatici e sempre pronti a farmi giocare con loro e non mi sento mai solo. Alcuni momenti che ricorderò per sempre riguardano le uscite in barca a vela per il concorso "Il mare e la vela a scuola". In quest'anno mi sono divertito tanto, mi mancheranno i miei compagni e le insegnanti.
 
 
                                                                                                                          Alessandro 5° A 
 
 
Ciao! Sono Iris, in questi cinque anni di scuola ho imparato molte cose ed ho trovato l'amicizia dei miei compagni, è stato bellissimo partecipare alle gite, una cosa che mi è piaciuta tanto è stato fare la merenda in giardino. E' stato bello sapere che in ogni momento di difficoltà potevo contare sull'aiuto delle mie maestre alle quali voglio molto bene, so già che mi mancheranno tantissimo ma una parte di loro resterà sempre in me, mi hanno insegnato tanto e lo hanno fatto in modo gioioso e scherzoso. Negli anni passati era molto bello sentire l'arrivo delle vacanze estive ma era molto bello anche il rientro a scuola perchè sapevo di trovare tutti i miei compagni. A Settembre sarà diverso, troverò solo una parte di loro ma sono pronta a fare nuove amicizie.
L'esperienza più bella che ho fatto in assoluto in questi cinque anni è stata quella del progetto "Il mare e la vela a scuola", in particolare l'uscita in mare nella quale abbiamo incontrato i delfini, è stato uno spettacolo bellissimo, la sensazione di libertà che si prova in certi momenti è una cosa unica e spero che tutti i bambini di questa scuola possano provare ciò che ho provato io.
    Iris 5^ A

LA SCUOLA DEL FARE – FARE A SCUOLA

La scorsa settimana si è concluso il progetto “La scuola del fare – Fare a scuola”. Esso si è svolto nel nostro plesso e ha visto la partecipazione di venti alunni delle diverse classi con incontri pomeridiani nei locali della scuola ogni mercoledì, dopo il suono della campanella d’uscita e fino alle 16 e 10. È stato ideato e sviluppato al fine di offrire la possibilità, a chi volesse, di arricchire il pomeriggio dei propri figli con attività educative extrascolastiche non curriculari.

Attraverso attività ludiche e di laboratorio, gli operatori educativi del Sestante di Venezia hanno sviluppato un percorso volto a sostenere le dinamiche relazionali, a favorire il benessere socio-affettivo, ad alimentare l’interesse e la motivazione al “fare”.

I bambini sono stati guidati alla scoperta delle proprie emozioni con attività manuali ed espressive. Splendide sono le sagome disegnate e colorate da loro con le quali ciascuno ha potuto esprimere il proprio stato d’animo e che ornano il nostro atrio.

La consapevolezza delle dinamiche corporee, proprie ed altrui, è stata sviluppata attraverso giochi di movimento e di competizione che hanno, altresì, contribuito a creare un senso fiducia e di rispetto dell’altro.

Anche la musica ha contribuito alla realizzazione del percorso aiutandoli ad esprimersi ed a comprendere come la coralità, la collaborazione di tutti, sia determinante per la riuscita di un gruppo.

Tutto ciò ha preparato il momento conclusivo del percorso, ossia lo spettacolo che i piccoli hanno messo in scena creando sceneggiatura e scenografia.

Non possiamo, quindi, non fare i complimenti ai nostri bimbi che hanno lavorato con entusiasmo realizzando una bella mostra dei loro lavori e che hanno saputo divertirci con le “Fantastiche avventure di Nick”!

Un GRAZIE va anche a Daniela, Ivan e Ottavia che con pazienza e professionalità hanno saputo guidare i bambini in quest’avventura.

Le maestre

 

 

In anteprima la copertina dell' annuario 2012 che quest' anno è dedicato agli aquiloni.

PROVA  DI EVACUAZIONE ANTINCENDIO A SCUOLA

Venerdì 25 maggio 2012, alle ore 11, in accordo con il dirigente e  con il personale ausiliario, si è svolta nel Plesso G. Verga la seconda prova di evacuazione delle almeno due da effettuarsi nell’arco dell’anno scolastico come  previsto dal DM 26/8/92. L’esito della simulazione è stato positivo in quanto il personale della scuola, insegnanti ed ausiliari, si è prestato con prontezza allo svolgimento degli incarichi assegnati. Gli alunni accompagnati dalle rispettive insegnanti hanno raggiunto il punto di raccolta con ordine e secondo le procedure di sgombero rapido. In giardino, nei pressi dello stagno, sotto lo sguardo attento di Timmy Ranocchio, le maestre hanno fatto l’appello, hanno compilato i moduli di controllo e li hanno  consegnati all’insegnante coordinatore che a sua volta ha raccolto i dati  nella scheda riepilogativa del piano di evacuazione. Al termine della simulazione, tra gli sguardi incuriositi di alcuni turisti, tutti hanno fatto rientro nelle rispettive aule per riprendere il lavoro interrotto dalla prova antincendio.

Maestra Cheti

Conclusione del progetto di psico-motricità

Oggi pomeriggio, nella palestra della scuola si è svolta l’ultima lezione, per le due  seconde, del progetto di psico-motricità iniziato nel mese di febbraio e seguito da Alessandra, l’esperta esterna.

La lezione conclusiva è stata aperta ai genitori delle rispettive classi e si è posta come momento riassuntivo e di raccordo del lavoro svolto.

Essa si è articolata in due parti: il tempo degli esercizi ed il tempo dei giochi.

Nella prima, i bambini suddivisi in piccoli gruppi hanno eseguito i diversi esercizi svolti durante il percorso,  mostrando ai propri genitori le abilità acquisite. Hanno saltato con la corda e tirato i palloni in porta; hanno fatto canestro e camminato in equilibrio sulla trave; hanno fatto le capriole sul materasso e si sono arrampicati sulle spalliere.

Dopo aver ricevuto gli applausi di tutti, i nostri bimbi hanno potuto divertirsi con la seconda parte della lezione: i giochi!

Il primo gioco, scelto tra i numerosi proposti durante l’anno, è stato “il gioco delle pozzanghere”. Con la musica e i cerchi sparsi per la palestra, i piccoli dovevano andare in giro, correre e divertirsi avendo cura di entrare dentro i cerchi in gruppi di tre allo stop della musica. Chi rimaneva fuori si fermava per un turno.

Il secondo è stato “il gioco della rete e dei pesci”. Bisognava andare da una parte all’altra della palestra facendo attenzione a non rimanere impigliati nella rete rappresentata da alcuni compagni sparsi in centro.

Infine, è stato il turno delle “belle statuine”, il terzo gioco. Liberi di muoversi, di correre e di saltare, i bambini dovevano restare immobili, appena la musica veniva fermata, nella posizione in cui ciascuno si trovava. Non sono mancati i momenti di divertimento, soprattutto osservando le simpatiche espressioni che ciascuno di loro assumeva allo stop della musica.

Insomma, oggi in palestra ci siamo proprio divertiti!

Bravi bimbi e grazie ad Alessandra per il lavoro svolto..

Le maestre

LA TERRA TREMA ANCHE A JESOLO

Oggi 29 maggio 2012 alle ore 9 circa si è verificata in Emilia una nuova forte scossa di terremoto che si è sentita anche in Veneto ed in altre regioni dell’Italia del nord.

Molte persone hanno sentito tremare la terra, in alcuni casi sono uscite in strada, qualche scuola della provincia ha evacuato gli studenti.

Fortunatamente gli alunni della scuola Verga non si sono accorti di nulla.
Le insegnanti hanno comunque provveduto a informare i bambini di quanto stava accadendo e li hanno istruiti circa il comportamento da tenere in caso di calamità naturali, norme di comportamento che, peraltro, i bambini già conoscevano in quanto a scuola se ne parla e si fa prevenzione.

Numerosi i genitori che, preoccupati, hanno chiamato la scuola per assicurarsi che tutto fosse nella norma e che non fosse accaduto niente di grave.

Anche i tecnici del Comune e gli operatori della scuola si sono premurati a rassicurare i genitori degli alunni.

Resta il fatto che essere “educati” a riconoscere un rischio rappresenta l’aspetto fondamentale per affrontare con serenità e coraggio un possibile evento: importante e fondamentale è mantenere sempre la calma ed eseguire scrupolosamente le procedure di evacuazione presenti nel piano di emergenza elaborato da ogni scuola all’inizio dell’ anno scolastico.

Maestra Cheti

A partire da quest'anno la scuola media aderisce al progetto Giralibro. L'iniziativa vuole far avvicinare i ragazzi alla  lettura, conquistandoli con il piacere e il gusto della letteratura. Per questo motivo i libri che l'associazione invia all'Istituto sono privi di apparati critici e di esercizi, perché leggere sia libero e volontario, non un'imposizione scolastica.

 

Ogni anno l'Associazione attiva un Concorso letterario, la cui partecipazione è facoltativa, coerentemente alla filosofia dell'iniziativa. Il concorso di quest'anno si intitolava "la tua T-Book". Le frasi vincitrici e la magliette create sono pubblicate.

 

Per ulteriori informazioni sulle attività proposte o per ricercare un libro è possibile visitare il sito del Giralibro

Invito.. Vi Aspettiamo

Caccia ai pericoli

Martedì 22 e venerdì 25 maggio, le classi seconde A e B del plesso Verga hanno partecipato ad un’attività legata al Progetto “Sicurezza a scuola”. Con l’aiuto di un esperto, il maestro Doriano (famoso aiutante del pirata Morgan!), i bambini sono stati guidati all’interno dell’edificio scolastico alla scoperta di tutti quei potenziali pericoli che potrebbero nascondersi a scuola se non si adottassero comportamenti e stili di condotta adeguati.

L’attività si è articolata in tre momenti:

·         Fase espositiva

·         Fase conoscitiva

·         Fase di ricerca.

 

Fase espositiva

Nella prima fase, l’esperto ha incontrato i bambini in una lezione frontale in cui, cogliendo l’interesse di tutti, ha ripreso l’argomento della sicurezza e del rispetto delle regole, affrontato in più circostanze dalle insegnanti durante l’anno. Ha invitato a riflettere sul significato delle varie indicazioni di sicurezza presenti a scuola e non solo. Ha preparato gli alunni alle successive fasi.

Fase conoscitiva

Nella seconda fase, insieme alle insegnanti, ha guidato le classi alla scoperta della mostra allestita in atrio sull’argomento che, con immagini varie e colorate, ha ulteriormente alimentato la curiosità dei bambini e la voglia di contribuire alla vita sicura nella propria scuola.

Fase di ricerca (o dell'esperienza!)

Infine, ha presentato il gioco: “Caccia ai pericoli nella scuola”, consistente in una vera è propria caccia al tesoro alla scoperta dei pericoli che minacciano la sicurezza di tutti. I bambini, suddivisi in gruppi, sono andati in giro per i diversi ambienti della scuola (atrio, mensa, classe, bagno, palestra, aula informatica, giardino) alla ricerca dei potenziali pericoli che si possono nascondere nella scuola... Hanno apposto i diversi segnali colorati che indicano pericoli, obblighi o comportamenti da tenere; hanno registrato tutto in una scheda riassuntiva.

Tornati in classe, stanchi ma contenti si sono meritati il diploma di “Aiutanti della Sicurezza del Pirata Morgan”!!!

Complimenti a tutti i bimbi e GRAZIE al maestro Doriano e ai collaboratori scolastici per la loro disponibilità.

Le maestre

 

Progetto ambiente: terra,aria

Il due marzo, al teatro vivaldi, i ragazzi dell'Istituto hanno potuto incontrare lo scrittore Roberto Piumini.

In allegato il racconto dell'evento.

Questa è la presentazione delle diapositive su laguna e valli da pesca, il formato è ppt (sia apre con Power Point) e pdf (si apre con Acrobat Reader).

Leggere per ballare: Alice nel paese delle meraviglie

Venerdì 27 Aprile, al teatro Vivaldi, tutti i bambini della scuola primaria Aquileia hanno assistito allo spettacolo di danza - teatro "Alice nel paese delle meraviglie" dall'omonima storia di Lewis Carroll. Il progetto , promosso dall'associazione culturale Labirinto, che vede coinvolte alcune scuole di danza esterne e al quale tutte le classi del plesso hanno aderito, è riconosciuto dal M.I.U.R (Ministero dell'istruzione, dell'Università e della Ricerca) e si pone come obiettivi significativi:

  • superare la "separatezza" fra i luoghi della formazione: le scuole di danza esterne coinvolte nella realizzazione dello spettacolo e la scuola istituzionale.

  • inserire i linguaggi non verbali fra le attività della formazione

  • valorizzare il teatro quale luogo magico in cui avviene una speciale comunicazione che interpella le emozioni.

Come si costruisce il progetto

Per costruire il progetto si parte dalla lettura di un testo in accordo con le insegnanti della scuola istituzionale.
Assieme le insegnanti della scuola e il direttore artistico individuano piste di lavoro comuni che poi ogni operatore approfondirà con la propria disciplina nella sua programmazione didattica.
L'incontro delle diverse didattiche avviene al momento della rappresentazione teatrale, dove allievi delle scuole di danza sono protagonisti di uno spettacolo per i loro coetanei i cui insegnanti abbiano aderito al progetto. Le classi dell'Aquileia hanno letto la storia di Carroll ed effettuato attività didattiche varie , a seconda del livello cognitivo relativo all'età dei bambini. Sono state realizzate rappresentazioni grafiche sulle sequenze della storia e sui suoi personaggi . Questi elaborati sono stati esposti su panelli posti all'entrata del teatro per accogliere gli artisti che hanno preparato per noi lo spettacolo. Durante le ore di Arte e Immagine sono stati realizzati, inoltre, dei bellissimi fiori di carta crespa con cui i bambini hanno preparato dei bouchet da regalare allo staff. E' stato uno spettacolo che ha raccolto l'entusiasmo dei bambini, degli insegnanti e dei genitori presenti allo spettacolo. Molto costruttiva l'attesa degli alunni che hanno vissuto la preparazione degli elaborati con molto impegno e con la voglia di stabilire un "contatto" con i loro coetanei. Lo "scambio" è stato molto significativo e ricco di emozione come lo dimostrano alcune espressioni utilizzate dai bambini di 4 nella produzione dei loro testi sullo spettacolo. Riporto alcune frasi tratte da ciò che hanno scritto delle mie alunne, per meglio rendere le impressioni ed il vissuto dei bambini:

"Mi piace particolarmente l'idea che da un'opera d'arte, un libro, si riesca a ricavarne un'altra come un balletto. Mi ha emozionato e mi è piaciuto perchè io amo la danza." Martina 4B

..."Innanzitutto voglio dire che lo spettacolo è stato molto speciale e fantasioso, diverso dagli altri, anche perchè era tutto ballato, raccontato con il corpo. E' stato molto ipnotizzante il Balletto delle guardie della Regina per il rumore ed il colore delle armature , una musica trionfante e gloriosa. Che emozione.!! Lucrezia 4 B

…”Circa una settimana prima di questo spettacolo di danza, ci siamo divisi in quattro gruppi, ognuno dei quali ha realizzato dei cartelloni. Le immagini erano ispirate al libro letto in classe. Il giorno stesso della rappresentazione ci siamo recati al teatro Vivaldi per attaccare i nostri capolavori. La mia impressione è stata solo una e la descrivo in quattro parole: “È stata un’esperienza sbalorditiva!!!”Agnese 4 A

…” Il racconto è stato molto bello , le musiche e i balletti rispecchiavano la mia idea su questa favola. Avrei preferito che le immagini sullo sfondo fossero state scelte tra i disegni dei bambini delle varie scuole . Devo dire che la scena del “non compleanno'' è stata quella che mi ha colpito di più. Comunque tutti bravissimiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!” Andrea 4A





 





 

 

 

 

 

Il giorno 25 maggio 2010, presso l'Auditorium Vivaldi, sono stati premiati i tre racconti vincitori della VI edizione del Concorso letterario Princivalli, organizzato in collaborazione con l'Istituto d'Annunzio. La giuria, composta da Alessandra Princivalli, Mara Tocchetto e Giuseppe Borroni, ha proclamato i vincitori  alla presenza degli studenti della scuola media.

 

 

 

Viene pubblicata la relazione finale del progetto Eco-schools per l'anno 2009